Maremma sdraiata!

“Maremma sdraiata!” “Mahe” “no,no” “RE RE Maremma” “Mare ma” … ci provo e ci riprovo, ma insegnare ad una bimba africana sorda a dire “maremma sdraiata” è impresa a dir poco ardua, ma per ingannare il tempo del viaggio di ritorno proviamo pure questo. Sono le parole d’esclamazione che diceva sempre mio nonno e miContinua a leggere “Maremma sdraiata!”

Voci

Era la mia prima estate da seminarista, dopo l’anno propedeutico, sarei entrato a settembre in teologia e, durante l’estate, ero stato mandato all’istituto Cottolengo di Torino per vivere un’esperienza caritatevole con i disabili gravi. Da Torino ero partito per un piccolo paese delle montagne piemontesi: Viù, dove i disabili trascorrevano le loro vacanze. E lìContinua a leggere “Voci”

Qualcuno più giovane di me…

Non mi era mai capitato di celebrare un funerale di qualcuno che fosse più giovane di me. A Boltiere avevo conosciuto ed assistito bambini, adolescenti e giovani anche gravemente malati, ma, grazie al cielo, tutti sono guariti. Mi è capitato in questi giorni, in questa terra così giovane, così particolare e così ricca di contraddizioni.Continua a leggere “Qualcuno più giovane di me…”

A Fria paooo!

A fria paooo, è l’augurio che si donano gli Agni (popolo ivoriano della zona di Agnibilekrou) per il nuovo anno! Un saluto che ho conosciuto in occasione della festa degl’ignami che segna, nel calendario dei popoli Akan, l’inizio di un nuovo anno tradizionale. L’igname è un tubero molto diffuso in Costa d’Avorio, molto nutriente, cheContinua a leggere “A Fria paooo!”

A causa di Gesù, a causa dei poveri

“E’ a causa di Gesù tutto questo, è a causa dei poveri tutto questo”. Sono parole semplici, come l’uomo che le pronuncia con la sua voce leggera durante i ringraziamenti finali, sono parole che testimoniano già l’umiltà e la mitezza di tutta la persona. Questa domenica abbiamo celebrato l’apertura dell’anno pastorale nel giorno in cuiContinua a leggere “A causa di Gesù, a causa dei poveri”

Immediato…

Immediato: di fatto che avviene subito, senza intervallo di tempo. E’ questa la definizione che il dizionario offre della parola “immediato”. Una parola che trovo scritta nella ricetta medica che tengo in mano. Il piccolo Amadou necessita di una trasfusione “immediata” dicono i dottori dopo aver visto le sue analisi del sangue e aver riscontratoContinua a leggere “Immediato…”

Poi una notte di settembre mi svegliai…

Poi una notte di settembre mi svegliai… così dice una delle canzoni più celebri della musica leggera italiana, una delle innumerevoli canzoni che parlano di settembre! Perché è innegabile che questo mese, così affascinante e duro, sia il mese di tanti entusiasmi, ma al tempo stesso anche della disillusione e della concretezza: il mese delleContinua a leggere “Poi una notte di settembre mi svegliai…”

Strana e selvaggia bellezza

E siamo ormai agli sgoccioli di questo periodo ricchissimo che in Europa chiamiamo estate, ma che qui in Costa d’Avorio non è affatto il periodo più caldo, perché giugno luglio ed agosto sono caratterizzati da una temperatura gradevole e da metà luglio pure da una certa siccità e, sebbene il cielo sia sempre velato daContinua a leggere “Strana e selvaggia bellezza”