Questo funerale non s’ha da fare!

Più volte ho detto che il momento della morte qui in Africa è vissuto con un coinvolgimento particolare. I funerali devono essere organizzati con cura e questo comporta che per settimane, a volte mesi, il corpo del defunto resti in una cella frigorifera in una camera mortuaria. La tradizione ha da sempre dato importanza aContinua a leggere “Questo funerale non s’ha da fare!”

L’igname quotidiano

E si ricomincia! Con questa domenica di Pasqua ci ritroviamo a celebrare con tutto il popolo di Dio e le attività parrocchiali possono riprendere. La raccomandazione è quella di tenere presenti le misure barriere che il governo ha varato, tuttavia non esiste un protocollo preciso e dettagliato come in Italia e si lascia il tuttoContinua a leggere “L’igname quotidiano”

Far ballare la scimmia

In questo tempo di strana quarantena tutto è sospeso in parrocchia. La vita fuori dalle mura della missione scorre normale, con il caos africano alle porte, ma il cortile della Chiesa rimane tristemente vuoto e la Chiesa è aperta solo per la preghiera personale. E allora in questo tempo sospeso ci si improvvisa: cuochi, giardinieri,Continua a leggere “Far ballare la scimmia”

Pistulì gratacul!

Pistulì gratacul! Era questo il nome con cui don Francesco mi chiamava: “ i nuovi arrivati li chiamo pistulì gratacul… adesso tocca a te”. Don Francesco era così, poche cerimonie ed ironia sferzante uno di quelli da prendere o lasciare. L’avevo conosciuto nel gennaio del 2018 scendendo per accompagnare il vicario generale in visita inContinua a leggere “Pistulì gratacul!”

Sorpresi dalla tempesta

Si fece buio su tutta la terra… queste parole dalle tinte meste e tragiche preludono nei vangeli alle morte di Gesù, quando una misteriosa eclisse solare tolse all’intera umanità quel sole che rallegra, colora e dona vita. Con lo stesso buio surreale ci siamo svegliati in questo venerdì santo, non a causa di un’eclisse, maContinua a leggere “Sorpresi dalla tempesta”

E’ già Vangelo…

Solo un mistico come il Beato Angelico poteva regalare al mondo un’opera tanto importante ed al tempo stesso leggera come la sua Annunciazione. Te la trovi lì davanti all’improvviso mentre stai facendo le scale del convento di San Marco, dove l’Angelico viveva. Come nel Vangelo di Luca vieni sorpreso da questo racconto di annuncio, diContinua a leggere “E’ già Vangelo…”

Noter de Berghem

Ci si ritrova alle 7 del mattino per un primo momento di preghiera e per cominciare a camminare. Sono circa seicento i giovani che partecipano al pellegrinaggio di quaresima e molti sono quelli a cui abbiamo dovuto negare di venire. Solo i catecumeni o coloro che frequentano i gruppi parrocchiali possono partecipare al pellegrinaggio. PensoContinua a leggere “Noter de Berghem”