Fare Chiesa…

Si muovono all’unisono come nei migliori video di Michael Jackson… o quasi, perché loro non sono ballerini professionisti, ma a spingerli è la passione, il desiderio di stare insieme e la sfida lanciata. Sono i CV-AV, l’equivalente dell’azione cattolica ragazzi, che si ritrovano come ogni lunedì di Pasqua per il loro concorso annuale. Quest’anno peròContinua a leggere “Fare Chiesa…”

Celebrare la vita, sempre!

A volte capita di celebrare senza vivere veramente quello che celebri. Per contro la vita ti mette in condizione di vivere degli incontri che immediatamente diventano celebrazioni autentiche e gioiose. Così i giorni del triduo santo quest’anno per me non si aprono il giovedì con la Messa della cena del Signore. Ma cominciano, sorprendentemente, laContinua a leggere “Celebrare la vita, sempre!”

Sottile come uno stelo d’erba, ma…

E’ con tanta tristezza che li accompagniamo a prendere l’aereo, don Gianni cammina con la sua andatura lenta e la schiena curva per l’età e le malattie. Eugenia, la sorella, con il suo immancabile sorriso, mentre Beppe, il fratello più piccolo, si interessa per il volo e brontola ancora qualcosa. Don Marco ed io sappiamoContinua a leggere “Sottile come uno stelo d’erba, ma…”

Che bello!

Arrivano a piedi, oppure caricati su pullmini stracolmi o addirittura stipati su camioncini: sono i bambini che parteciperanno all’incontro del loro settore. Benjamin, il nostro responsabile dell’accoglienza, li fa disporre in rigorose file in ordine di altezza e altrettanto rigorosamente venti alla volta ricevono la loro bandana: un compito sfiancante quando i bambini sono circaContinua a leggere “Che bello!”

Parlare con un palloncino…

Torno dalla passeggiata che faccio nella prima mattinata, prima che il sole diventi troppo inclemente e la temperatura troppo pericolosa e, entrato nel cortile, riconosco la solita sagoma di Koffi. E’ seduto su un banco di cemento del cortile e con i gomiti si appoggia alla tavola, sempre in cemento, mi dà le spalle eContinua a leggere “Parlare con un palloncino…”

Nuova prospettiva

Arrivano alla spicciolata in un ordine imprevedibile, chi mezz’ora prima delle 15, orario dell’appuntamento, chi alle 16 con grande calma. Prendono posto sparso alla terrazza della parrocchia, quella stessa terrazza che per loro è diventata un po’ casa, grazie al lavoro di Walter che li accoglie almeno una volta alla settimana. Sono i ragazzi disabiliContinua a leggere “Nuova prospettiva”