Il vitello decapitato

Continuo a fissare questo vitello decapitato e mi chiedo come possa essere finito in questa situazione esilarante. Sono ad Abidjan su un taxi Yango, un servizio molto comodo, basta attivare la posizione sul tuo cellulare, scrivere l’indirizzo dove vuoi andare ed in pochi minuti un taxista ti raggiunge, il prezzo non si discute in baseContinua a leggere “Il vitello decapitato”

Bassa Bassa

Francesco aveva questa capacità straordinaria di trasformare la Parola in realtà, allora la storia del Verbo fatto carne non era più una questione dell’anno zero, ma vicenda quotidiana, storia che si ripete anche a Greccio, paesino dell’Appenino laziale che a Francesco ricordava tanto la semplicità di Betlemme. Fu in una grotta di quelle montagne cheContinua a leggere “Bassa Bassa”

Novità natalizie

Carissimi! Vi raggiungo con qualche novità natalizia. Domenica Maria sarà a Boltiere con i mercatini di Natale con i prodotti della Costa d’Avorio. Durante la sua visita ha realizzato con alcune mamme borse ed altri oggetti di artigianato molto belli. Il ricavato andrà a sostenere questi bimbi che coloro che seguono regolarmente il blog conoscono.Continua a leggere “Novità natalizie”

…e tutti quanti…

Mi era già capitato di entrare nel cortile di Koffi: quando ho chiesto di battezzarlo, quando volevo capire qualcosa di più su questo eterno ragazzo che passa le ore nel cortile della Chiesa. Koffi, che al battesimo ha preso il nome di Maurice, il patrono della nostra parrocchia, è un ragazzo disabile. Chi ha giàContinua a leggere “…e tutti quanti…”

Sta cambiando me…

Non so neppure il suo nome, ma era incredibilmente bella, con quello sguardo beffardo e ironico che ti osservava e quel sorriso sornione di chi ti prende in giro, con il braccio appoggiato all’albero e l’atro ai fianchi in una posa quasi da sfida e quel vestito da principessa evidentemente troppo largo per lei, evidentementeContinua a leggere “Sta cambiando me…”

Proprio come Gesù

Ogni tanto mi lancia il suo sguardo complice e io dall’altare lo tranquillizzo e gli faccio cenno che tutto andrà bene, sono certo che abbia capito tutto, perché con lui è sempre bastato uno sguardo. Dopo una settimana di discussioni si è arrivati al compromesso di sistemarlo davanti alla porta della sagrestia con la suaContinua a leggere “Proprio come Gesù”