Tutti insieme nella stessa vasca!

Scroll down to content

Entrano in Chiesa ordinati come soldati in uno splendido pagne rosso, sono i battezzandi di quest’anno, 38 bambini dai 10 ai 13 anni, più due che dovranno fare solo la prima comunione. Già, perché qui in Costa d’Avorio sono pochissimi i bambini che vengono battezzati neonati, una volta entrati nel sistema scolastico alcuni frequentano da subito il catechismo e ricevono il battesimo da bambini, altri ancora cominciano la catechesi solo durante le scuole superiori e faranno il battesimo da giovani, altri ancora diventano catecumeni che già lavorano e sono adulti. Così le prime tre domeniche di giugno di quest’anno saranno celebrati i battesimi: prima i bambini, domenica prossima gli adolescenti, la domenica successiva gli adulti.

Questi bambini hanno frequentato quattro anni di catechismo e hanno vissuto gli ultimi tre giorni prima del battesimo in parrocchia dove, con don Massimo e i catechisti, hanno affrontato il loro ritiro ed ora sono pronti ed emozionati per questo momento.

Qui in parrocchia la particolarità è legata anche alla cura liturgica di don Vittorio, storico vicario di Agnibilekrou, che per il battesimo ha voluto che si creasse una vasca dove il battezzando fosse completamente immerso. Quando è il momento i catecumeni si mettono in fila davanti alla vasca battesimale che si trova dietro al presbiterio e trovano una vasca completamente riempita d’acqua. Scendendo i gradini della vasca i bambini e mettendosi in ginocchio i bambini si trovano veramente immersi nell’acqua del battessimo.

L’emozione è grande, io battezzo la metà dei bambini con la mia conchiglia in mano li bagno senza paura dato che ormai sono già tutti zuppi! Che l’immersione nel Padre, nel Figlio e nello Spirito sia. Uscendo dalla vasca fradici vanno tutti in un’aula di catechismo dove si tolgono il vestito tradizionale per mettere un’alba bianca.

Rientrano in processione solo quando tutti si sono cambiati e rivestiti dell’abito bianco e mentre entrano in Chiesa la corale canta festosa e loro accennano dei passi di danza, un po’ maldestri per l’emozione, ma carichi di gioia.

Il battesimo gli ha resi nuove creature in Cristo! Vengono unti con il sacro crisma e ricevono la luce attinta al cero pasquale ed infine sono pronti per ricevere Gesù nell’Eucarestia. Sono segni che ho visto tante volte in Italia, ma che qui mi sembrano prendere nuovi accenti nuove sfumature. Non posso dire che tutto sia perfetto, ma la cura della liturgia, l’entusiasmo e la partecipazione attiva di questi bambini rende questi battesimi davvero coinvolgenti.

Mi trovo a pensare che in 8 anni di Boltiere non credo di aver raggiunto i 19 battesimi, qui in una sola volta, e mancano ancora giovani ed adulti!

Una nota stonata? La mia macchina fotografica è affidata a un parrocchiano che non azzecca mezza foto. Alle comunioni lo guardo male mentre fotografa i bambini tenendo la macchina evidentemente storta, ma il collo un po’ piegato come a compensare il difetto di scatto… modalità africane!

Ora però capisco meglio anche Alex Britti: “Staremo tutti insieme nella stessa vasca!!!!”, che abbia assistito ai nostri battesimi ivoriani?

“Saremo più di cento quasi cento venti…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: